Posts Tagged ‘google chrome’

Lamer o non lamer? Internet Explorer 8.2 fa impallidire Google Chrome

settembre 4, 2008

Un lamer è un aspirante cracker con conoscenze informatiche limitate.Il termine inglese, usato in genere in senso dispregiativo, significa letteralmente “zoppo” ma si potrebbe rendere in italiano come imbranato o sfigato.

– Wikipedia

Quando ho chiesto al mio tecnico informatico di fiducia cosa pensasse di Google Chrome lui mi ha risposto che si tratta di un bluff che nel giro di 48 scoppierà come una bolla di sapone. L’ho informato dell’entusiasmo di stampa, blogger e utenti della rete rispetto al nuovo browser e lui ha sentenziato sprezzante che solo un lamer può credere che Chrome offra qualcosa di nuovo, per aggiungere in seguito – brandendo una birra – “Internet Explorer tutta la vita”.

Oltre a rimanere di sasso e fingere di sapere cosa fosse un lamer, gli ho chiesto di illustrarmi più nello specifico la sua opinione. A suo parere non c’è un’innovazione che sia una in Chrome, è solo un’operazione mediatica, una meteora già destinata a cadere nell’oblio. Anche la barra degli indirizzi/motore di ricerca che mi aveva tanto esaltato pare che sia una brutta copia di quella di Internet Explorer 8.2 che funziona molto meglio offrendo direttamente sulla barra la scroll list dei risultati della ricerca. 

Inoltre, sul Sole 24 Ore di oggi Luca Tremolada afferma che forse Google ha smesso di essere simpatica come prima, riferendosi al grosso danno di immagine che potrebbe subire la società diffondendo un browser che si dichiara innovativo senza esserlo, con una mossa – a scopo di lucro – molto in stile Microsoft. 

Allora cosa dobbiamo pensare, noi lamer? Che siamo stati presi tutti per il naso dal candore e dal fare accattivante di Google, lupo vestito da agnello? Messa così la dichiarazione di Google “tutti facciamo molte cose on line e il Web si è evoluto in modo drastico… ma la tecnologia sottostante del browser è ancora molto simile a quella originale di Netscape” potrebbe sembrare un trucchetto retorico su cui fare leva per lanciare il prodotto e affossare i vecchi colossi più che un’onesta dichiarazione d’intenti. Dannato lamer che non sono altro, mi hanno strafregrato!

Ma vi diro….

Senza voler santificare Google – e non mancherò di provare Explorer 8.2 – a me questo Chorme mi va proprio a genio, lamer o non lamer. Mi pare una luccicosa Cadillac anni ’50 nuova fiammante (ossimoro emblematico?) su cui mi faccio un giro volentieri. Alla fine della fiera sottoscrivo in pieno quanto dice Antonio Dini (qui il suo blog), da un altro articolo sempre dal Sole di oggi: 

Se è vero, com’è vero, che il software del computer è sempre meno importante rispetto ai programmi e ai contenuti che risiedono in rete, il veicolo con cui si naviga intenet deve essere quello più comodo, adatto e flessibile per lo scopo. E questa [Google Chrome, ndr] è la spider scintillante e personalizzata da Google con cui viaggiare spediti su internet.  

Lamer rulez!

Vi lascio con un’opinione ben più puntuale ed esaustiva della mia, l’articolo di Gianni Rusconi – sempre del Sole (che non si da pace) – Google Chrome: ecco i pro e i contro  .

Google Chrome, il browser giusto al momento giusto

settembre 3, 2008

E’ arrivato Google Chrome. Ed è un gioiello. Luca de Biase, proprio oggi, ne ha paralto bene sul Sole 24-Ore. Google sferra il suo attacco a Micrsoft, senza monumentali operazioni di marketing. Solo una guida a fumetti e un piccolo annuncio sulla pagina di google. Questo piccolo gesto è uno schiaffo ai vecchi colossi di internet che smuovono miliardi per promuovere prodotti che spesso nascono vecchi e allo stesso tempo è una dimostrazione di forza. Tutti usano google, tutti lo vedranno. E’ bastato aggiungere una piccola scritta in quella grande pagina tutta bianca. Chapeau.

Mantenendo quindi il suo sempre vincente basso profilo, Google Chrome offre un grande contributo alla comunità del web 2.0. Il browser giusto al momento giusto. Facile, accattivante, fresco, pieno di novità importanti. L’assunto di base è che i browser attualmente utilizzati dalla maggior parte degli utenti sono stati pensati in un’altra era, quella in cui l’attività dell’utente si svolgeva più sul sistema operativo che su internet. Oggi le attività sul computer si svolgono perlopiù sulla rete. Google aveva già dimostrato quanto avesse ragione lanciando Google Docs, acerbo ma utilissimo (e usatissimo) strumento. Chrome ha ben altre ambizioni.  Direttamente da Chrome si può svolgere ogni genere di attività. L’applicazione entra nel dna del browser, trasformandolo da interfaccia per il web a quasi-sistema operativo. 

 

Lasciando al comic book di Google Chrome e al vademecum di Google il compito di spiegare strumenti e caratteristiche di Chrome, sappiate fin da ora che non sarà necessario l’uso di Google Toolbar. Infatti la barra degli indirizzifunziona anche come motore di ricerca (ovviamente Google). Scrivete le tag di quello che cercate e vi viene mostrato il risultato della ricerca. In questo modo la pagina iniziale può assumere un nuovo uso, ovvero la mappa dei vostri siti più visitati. Sembra banale, ma questo sovverte una concezione di browser vecchia molti anni e ne impone una nuova. Senza dimenticare la natura open source di Chrome, per cui tutti potranno contribuire a migliorare il prodotto.

Per essere la versione Beta c’è da sgranare gli occhi. Microsoft sarà meglio che corra ai ripari.